A seguito dell’accoglimento e dell’approvazione delle proposte di emendamento in favore della formazione dei medici specializzandi, all’interno della Legge di Stabilità 2014, il SISM, Segretariato Italiano Studenti in Medicina, esprime la sua parziale soddisfazione.

Hanno sortito effetto le manifestazioni di studenti e specializzandi che la scorsa settimana si sono mobilitati in numerose città per manifestare le preoccupazioni sul loro futuro professionale, gravato dall’incertezza di una formazione specialistica non a tutti accessibile.

Il numero di contratti, ora disponibile, permetterà di ridurre la forbice tra i Laureati in Medicina aspiranti specializzandi previsti per l’anno 2014, più di 6500, e coloro che avranno accesso alla scuola di specializzazione, circa 3500.

Tuttavia, pur essendo un primo traguardo, si tratta di un risultato limitato e non risolutivo.

Rimangono ancora da reperire fondi per la formazione di migliaia di medici, che rischiano di essere esclusi dal sistema di formazione specialistica già a partire dal prossimo anno.

Il SISM auspica pertanto che dal Governo vengano effettuati ulteriori sforzi per ovviare a queste impellenti necessità.

Il Consiglio Nazionale

(LINK al comunicato)